martedì, giugno 27, 2006
Rassegna stampa dei quotidiani inglesi del dopo partita Italia - Australia. Molto risalto al "cul" di Lippi e alla classe di Francesco Totti.
"Totti fa un passo avanti per salvare un'Italia incostante", titola The Guardian, che incorona il numero 10 le cui "presenze agli ultimi due grandi tornei si erano concluse in disgrazia, venendo espulso per aver sputato a un avversario e per aver simulato. E in Germania era arrivati in una condizione di forma peggiore di quella di Rooney e Owen messi assieme". "Quanto l'Italia ama soffrire", si legge nel pezzo.
Ironico il Daily Telegraph: "Australia fregata dal tuffo italiano". "Ridotta in dieci e lentamente sbriciolata dall'implacabile onda degli attacchi australiani - scrive Duncan White - la squadra di Marcello Lippi vince con un rigore dubbio nel quarto minuto di recupero, realizzato da Totti".
Sulla stessa falsariga The Independent che titola "Totti approfitta del rigore regalato dall'arbitro", e ricordando l'espulsione del giocatore della Roma di quattro anni fa contro la Corea di Hiddink, il quotidiano inglese aggiunge: "Totti trova la redenzione portando a casa il rigore".
Duro il Times, che parla di quello tedesco come "un Mondiale in cui gli arbitri hanno sempre di più la parola su chi va avanti", definendo il penalty assegnato agli azzurri "discutibile".
 
posted by Alex at 12:41 PM |


1 Comments:


At 6/29/2006 10:45:00 PM, Anonymous Carmine Caputo

"Implacabile onda" degli attacchi australiani?
Quei quattro ragazzoni a cui non pareva vero di essere in vacanza in Germania vitto e alloggio incluso?
La televisione in 16/9 fa dei brutti effetti...