mercoledì, luglio 19, 2006
Come ogni anno di questi tempi, sono state diramate le nomination per l’edizione 2006 del Mercury Music Prize, la manifestazione che premia i migliori dischi inglesi e irlandesi pubblicati negli ultimi 12 mesi.
Ed ecco le nominations:

Arctic Monkeys - Whatever People Say I Am, That's What I'm Not
Isobel Campbell & Mark Lanegan - Ballad Of The Broken Seas
Editors - The Back Room
Guillemots - Through The Windowpane
Richard Hawley - Coles Corner
Hot Chip - The Warning
Muse - Black Holes And Revelations
Zoe Rahman - Melting Pot
Lou Rhodes - Beloved One
Scritti Politti - White Bread, Black Beer
Sway - This Is My Demo
Thom Yorke - The Eraser

Scorro la lista con attenzione e i miei occhi non vedono un paio di dischi che forse meritavano. Mi riferisco principalmente a "This new day" degli EMBRACE (per parecchie settimane al n. 1 in UK) e "You Could Have It So Much Better" dei FRANZ FERDINAND (idem con patate).
Tornando alla lista, sono felice di vedere gli Editors, gruppo emergente dell'indie-rock inglese in cui ho sempre creduto. In molti danno già gli Arctic Monkeys come probabili vincitori, dato l'inaudito successo riscontrato con il loro album di debutto.
E voi, chi fareste vincere?
Inizio con il mio voto che và ai Muse, per la costanza nel cercare un sound diverso dal solito...impresa ardua in questo momento (di cloni...) nel Regno Unito.
 
posted by Alex at 11:52 AM |


5 Comments:


At 7/19/2006 11:57:00 PM, Anonymous Anonimo

Altro che Arctic Monkeys il vincitore sono io che ti ho rotto il culo a msn world cup!!!!!!
edo

 

At 7/19/2006 11:58:00 PM, Blogger Alex

Egocentrico catenacciaro!
A parte tutto, forza MUSE!

 

At 7/20/2006 01:50:00 AM, Anonymous Anonimo

This site is one of the best I have ever seen, wish I had one like this.
»

 

At 7/20/2006 09:46:00 AM, Blogger Chicca

Cavolo se meritavano....gli Embrace dovevano essere i primi della lista!!!!!Cmq a sto punto farei vincere anche io forse i Muse.

Un bacio

 

At 7/21/2006 03:10:00 AM, Anonymous Anonimo

I find some information here.